Come togliere le zecche

Come togliere le zecche?
Con l’arrivo della bella stagione, iniziano a diffondersi numerosi parassiti che possono compromettere la salute degli animali domestici ma anche dell’uomo. A spuntare sono infatti le specie infestanti più temute come zanzare, pulci, zecche e molte altre che escono dal letargo e vanno alla ricerca di fonti di nutrimento, ovvero una vittima da attaccare.

Le zecche, in particolare, sono infestanti pericolosi poiché sono portatori di virus e malattie come il morbo di Lyme, la febbre bottonosa e l’encefalite virale e possono quindi contagiare sia l’uomo che gli animali domestici.

Per questo motivo gli esperti raccomandano di mettere in atto una corretta prevenzione onde evitare ogni tipo di attacco da parte delle zecche sia per l’uomo che per gli animali. Scopriamo quindi cosa sono le zecche, quali rischi comportano e come rimuoverle in caso di puntura.

Cosa sono le Zecche?

La zecca è un insetto artropode che si nutre del sangue collocando la sua bocca al di sotto della cute della vittima alla quale si attacca saldamente per più giorni. Nella maggior parte dei casi i morsi sono indolori e non si avverte alcun fastidio ed ecco perché solitamente non ci si rende conto di essere stati attaccati da una zecca.

Le zecche sono di piccole dimensioni e possono essere di colore bruno/rossastro. Si distinguono per via delle zampe a forma di uncino che permettono al parassita di rimanere ben saldo sul corpo della vittima.

L’epidermide circostante alla puntura di zecca può gonfiarsi fino a presentare rossore e può formarsi una crosticina nel punto centrale del morso.

Come Togliere le Zecche?

Se ci si accorge di essere morsi da una zecca e il parassita è ancora ben saldo sulla cute è bene intervenire immediatamente rimuovendolo per scongiurare il rischio di infezioni. Cosa fare e come togliere le zecche?
Ecco di seguito alcune importanti raccomandazioni da mettere in atto durante i passaggi specifici.

• La prima cosa da fare è munirsi di pinzette dotate di punte sottili e individuare il punto in cui si trova la zecca.
• A questo punto bisogna afferrare con la pinza la testa dell’insetto cercando di prendere il punto più vicino all’attaccatura della pelle.
• Trattandosi di un parassita di dimensioni molto piccole può essere necessario aiutarsi con una lente di ingrandimento che permetterà di individuare correttamente il punto esatto del morso.
• Una volta afferrata la testa al punto giusto, mantenere la presa ben stretta e tirare delicatamente fino a quando il parassita non si stacca definitivamente dalla cute.
• Se la testa è rimasta fissata alla pelle bisognerà procedere alla sua rimozione con l’uso di un ago sterile oppure chiedere un consulto al medico curante.

Una volta rimosso l’infestante occorre debellarlo del tutto bruciandolo oppure cospargendolo di alcool disinfettante. Il punto in cui è avvenuta la puntura dovrà essere accuratamente disinfettato e infine lavare per bene le mani con del sapone.

Ulteriori accorgimenti su come Togliere le Zecche

Rimuovere le zecche in modo fai da te è comunque rischioso: infatti se non si è particolarmente esperti, la testa dell’animale può rimanere ben salda sulla pelle. Ecco perché in questi casi è consigliabile rivolgersi sempre al proprio medico curante che saprà intervenire in modo professionale.

I consigli su come togliere le zecche prevedono inoltre degli importanti accorgimenti ed azioni a cui prestare attenzione:

• la zecca non deve essere tirata via con forza o in modo brusco poiché si rischierebbe di staccare solo il corpo;
• l’infestante non deve essere toccato o schiacciato con le mani;
• non applicare alcun tipo di prodotto o sostanza come alcol, acetone o derivati prima di rimuoverlo poiché tale azione potrebbe favorire il rigetto del parassita aumentando il rischio di contagio. Zecche Terni? Zecche Perugia?

Contattare subito il medico di fiducia nel caso in cui le zecche:

• Non si riesce a togliere la zecca;
• La testa dell’insetto è rimasta attaccata sotto la cute e non si sa come agire;
• Dopo aver tolto la zecca, la pelle colpita dalla puntura presenta rossori o irritazioni con conseguente comparsa di febbre e dolori articolari.

La presenza di animali domestici come cani o gatti è solitamente la prima causa di un’infestazione di zecche in casa: per questo motivo è bene sottoporre regolarmente l’amico a quattro zampe a controlli periodici per mettere in atto una corretta prevenzione.

Per quanto riguarda l’uomo invece, anch’egli una possibile vittima di questo fastidioso infestante, vi sono alcune sane abitudini da adottare, ovvero indossare sempre degli indumenti adeguati come pantaloni e magliette a maniche lunghe durante la passeggiate sui prati o le escursioni in montagna.